CLICCARE SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRLE

martedì 22 aprile 2008

COLLE NATURALI


COLOFONIA
La colofonia (Pece Greca) è una resina vegetale gialla solida, trasparente, residuo della distillazione delle resine di conifere.È nota in commercio col nome di pece greca. La colofonia si presenta in forma di massa resinosa trasparente, più o meno ambrata, contenente più del 90% di acidi resinici isomorfi, tra cui l'acido abietico, difficili da cristallizzare.La colofonia si scioglie facilmente nell'alcool e nell'etere e viene utilizzata nella fabbricazione di adesivi, pece da calafataggio. Viene inoltre utilizzata per facilitare l'attrito dell'archetto sulle corde degli strumenti ad arco.la colofonia và fatta sciogliere in apposito solvente (alcool, etere, acetone, benzolo, cloroformio, essenza di trementina ecc.) in una percentuale variabile dal tipo di impiego che se ne deve fare.


RESINA VEGETALE
Per resina vegetale si intende qualsiasi miscela prodotta da una pianta, di tipo liposolubile costituita da composti terpenici volatili e non volatili e/o di composti fenolici. Comunque intese le resine sono un gruppo complesso di sostanze solide od occasionalmente liquide che tendono ad essiccarsi all'aria, insolubili in acqua ma solubili in alcool, etere e cloroformio. Di composizione chimica assai variabile, sono prodotte dalle piante sia spontaneamente sia a seguito di uno stress (ferita, attacco di patogeni); il loro ruolo è probabilmente quello di proteggere la pianta da insetti, funghi o altre infezioni, o di chiudere le ferite.


PECE
La pece e’ un liquido viscoso di colore nero ricavato dal catrame , da cortecce o da legni resinosi. E’una sostanza impermeabile, nonche’ un potente collante. Si ottiene per cottura. Il legno o la cortecca fatta a pezzi ,si mette a scaldare nella fornace con il fuoco acceso tutt’intorno all’esterno , un primo liquido cola come acqua da un canale ed ha proprieta’ curative e imbalsamatorie , il liquido che cola dopo questo e’ piu’ denso e fornisce la pece liquida che versata in recipiente viene fatta addensare.


ASFALTO
L'asfalto è una roccia calcarea porosa, naturalmente impregnata di bitume. La presenza di quest'ultimo componente nella roccia è dovuta al residuo lasciato dall'evaporazione del petrolio che precedentemente la impregnava.In un asfalto il contenuto di carbonato di calcio in genere varia tra il 50% e il 90%, mentre quello di bitume naturale si attesta tra il 7% e il 15%; la restante parte è costituita da altri materiali minerali e sostanze volatili.I maggiori giacimenti di asfalto in Italia si trovano in Abruzzo e in Sicilia. Dai primi si ricava un asfalto costituito da rocce dolomitiche impregnate da alte percentuali di un bitume molto duro; gli asfalti siciliani hanno, invece, un supporto roccioso molto più tenero impregnato da un bitume molle.


COLLA DI PESCE
È un collante di origine animale che si ricava dalle vescica natatoria di alcune specie di pesci, quali storioni ed affini, che viene fatta essiccare al sole.
le scaglie trasparenti vanno lasciate in acqua per circa 24 ore prima dell'uso. Dopo aver fatto decantare l'acqua in eccesso si scioglie bagnomaria.

 
COPALE
Resina proveniente dalla fossilizzazione più o meno antica delle piante. IL Copale si presenta in masse resinose di varie grandezze, con superfici raggrinzite di colore più o meno scuro. IL Copale ha un punto di fusione compreso tra 103°C e 120°C. È solubile in alcool con gradazione superiore a 94°,ed insolubile nei comuni solventi . La soluzione ottenuta viene mescolata ad altre resine per la preparazione di collanti e mastici.


COLLA D’OSSA
La colla d'ossa a caldo per legno, si presenta in perline bruno giallastre, opache o appena traslucide. Conosciuta anche come colla garavella, colla animale, colla da falegname, colla a caldo o colla Cervione, è tradizionalmente la colla per legno ulilizzata dai falegnami e le sue origini si perdono nei secoli.

1 commento:

Silvia ha detto...

Ottimo articolo. Devo realizzare monili (bracciali, collane, orecchini) usando cordini di cuio, sughero, spago e corda, ed incollarli a delle chiusure in metallo.
Attualmente uso un collante fatto di cianoacrilato (l'attack), e non mi viene in mente nulla di peggio per l'ambiente.

Ha qualche idea da suggerirmi di un collante naturale e resistente da utilizzare in alternativa?

La ringrazio moltissimo per il suo lavoro e buona giornata!!!

Silvia